Ci accompagna dall'alto un fondatore, un amico, un fratello, un missionario

Sabato 19 settembre, è stato assassinato a Manaus (Brasile) don Ruggero Ruvoletto, socio fondatore di ASA onlus.
Nato a Galta di Vigonovo il 23 maggio 1957, provincia di Venezia, diocesi di Padova, era stato ordinato nel 1982, dal vescovo Filippo Franceschi, di cui fu segretario, durante tutto il suo episcopato (1982-1988). Successivamente ha studiato ecclesiologia a Roma; rientrato in diocesi nell’agosto del 1994 si è occupato per circa un anno di Pastorale sociale e del lavoro come delegato vescovile; quindi è stato nominato Direttore del Centro missionario diocesano dal 1995 al 2003.

Il 6 luglio 2003 è partito per il Brasile, come missionario fidei donum, nella diocesi di Itaguaì a Mangaratiba insieme a don Orazio Zecchin. L’anno seguente raggiunge don Francesco Biasin, nel frattempo consacrato vescovo nella diocesi di Pesqueira, nord est Brasile, per partecipare ad un progetto di presenza missionaria alla periferia di Manaus, voluto dalle diocesi locali. Un luogo di confine tra la città e la foresta dove la criminalità è particolarmente aggressiva e ultimamente si erano verificati vari assalti.

Tutta la grande famiglia di ASA onlus si stringe attorno ai familiari, riconoscente per l'appoggio che don Ruggero ha sempre manifestato per tutti coloro che, a vario titolo, si prodigano per il sostegno alle missioni. Grazie don Ruggero, ci sentiamo fortunati a poter contare su un fondatore come te!

Qui tutte le notizie dalla Diocesi di Padova