Goccia dopo goccia… si va in Brasile



Da diversi anni, a seguito di una visita del Presidente di ASA onlus alla Diocesi di Pesqueira nel Nord-Est del Brasile affidata alla guida del Vescovo Francesco Biasin, si avviò un processo di dialogo, confronto e collaborazione con il CEDAPP (Centro Diocesano di Appoggio al Piccolo Produttore); lo stile di approccio e coinvolgimento delle comunità locali, il lavoro in rete con le Istituzioni civili erano e sono gli elementi "cerniera" tra le due Associazioni.
In particolare, finalità del CEDAPP è "contribuire affinché i piccoli produttori delle aree rurali imparino a convivere con il locale territorio Semi-arido e crescano in autonomia ed organizzazione, migliorando la loro condizione di vita, riducendo il ciclo della povertà e del sottosviluppo, prevenendo così l'emigrazione verso i grandi centri urbani".



Insieme al partner locale CEDAPP, A.S.A. onlus, ha già realizzato un progetto per assicurare il diritto di accesso all’acqua potabile a numerosi nuclei famigliari che vivono di agricoltura di sussistenza in zone isolate, mediante la costruzione di cisterne che raccolgono l’acqua potabile dai tetti delle semplici abitazioni. La metodologia di costruzione è appropriata per i beneficiari, i quali hanno collaborato attivamente.
Il progetto si propone di ridurre la riproduzione del ciclo di povertà e miseria a cui sono soggette porzioni significative della popolazione rurale dell’area rurale semi-arida considerata, mediante un processo di formazione e sensibilizzazione, a partire dalle comunità di base locali, che porti alla gestione famigliare e comunitaria delle risorse idriche disponibili localmente e favorisca l'accesso all'acqua potabile riconoscendolo come un diritto umano essenziale per la vita, prevenendo e riducendo la emigrazione verso i centri urbani.

Le cisterne normalmente sono affidate ad una famiglia che ne ha la responsabilità di manutenzione e di mantenimento della potabilità dell'acqua, tuttavia spesso esse servono anche le famiglie vicine di casa (spesso parenti tra loro) che non hanno una cisterna, permettendo pure ad esse di godere dell'acqua potabile. Il CEDAPP promuove e incoraggia tale condivisione dell'acqua, in modo che la cisterna sia un mezzo per la promozione di tutta la comunità in cui è posta.

Ora queste famiglie hanno accesso all'acqua potabile di buona qualità al lato della propria abitazione, con ricadute molto positive sulla loro salute e alimentazione. Questo permette loro di avere anche maggior fiducia nella capacità di superare le difficoltà legate alla residenza in luoghi isolati, diminuendo tendenzialmente pure la migrazione verso le città, dove sarebbero altrimenti attirati dal miraggio di una vita più facile e che si rivela quasi sempre una tragica illusione per chi emigra.

Il progetto è stato co-finanziato da: AATO Laguna di Venezia.

Se ti interessa conoscere di più sulla possibilità di assicurare ad altre famiglie che vivono nella stessa zona il diritto di accesso all’acqua potabile, scrivi a asa.onlus@csv.vicenza.it